Login

Register

Login

Register

Birre strane dal mondo

Birre strane dal mondo

Birre strane dal mondo

Difficile trovare al mondo qualcuno che non ami la birra. Ed è ancora più difficile scovare qualcuno che non abbia mai avuto la voglia di provarne una nuova, mai provata prima.
Oggi vogliamo farvi conoscere le birre più strane e particolari del mondo, dimostrandovi ancora una volta come si possa rinunciare a tutto, ma non ad un bel boccale di birra da soli o in compagnia.

Hvalur 2 di Brugghús Stedja con un ingrediente bizzarro: testicolo di balena

Avete letto bene: birra con testicoli di balena. Questa particolare birra che arriva dall’Islanda ha come ingrediente magico l’aggiunta di testicoli di balena. Questo prezioso elemento viene affumicato in maniera lenta grazie ad una fiamma alimentata da escrementi di pecora. Per quanto le premesse non siano promettenti per i deboli di stomaco, fidatevi che questa birra ha del potenziale. Il gusto dei testicoli dell’animale non risulta eccedere con gli altri ingredienti in virtù dei 5.2° alc di una Smoked Amber Ale.

Dinos’mores di colore Brewing al gusto di caramelle Marshmallow

La birra da sempre accontenta tutti, perché non assecondare anche i gusti di coloro che non riescono a resistere alle marshmallow? Questa geniale idea arriva dagli USA, precisamente da Chicago. Al suo interno, oltre ai soliti ingredienti, vengono aggiunti: una varietà integrale di farina di Graham, essenza di vaniglia, semi di cacao e crema al sapore di marshmallow. Come resistere alla tentazione?

Saison di Brewing e Birrificio del Ducato con aragosta

America e Italia si uniscono per creare una birra dal sapore raffinato come l’ingrediente contenuto al suo interno: l’aragosta. Quest’ultima viene aggiunta nel mosto e lasciata cuocere lentamente. Una volta cotto, il carapace viene privato della sua carne e inserito una seconda volta in infusione con un tocco di sale marino. Chi ha avuto il piacere di gustare questa particolare birra ha assicurato di aver sentito un retrogusto di aragosta e di averne apprezzato l’originalità. Perché non provare un boccale di questa birra?

Mamma Mia!

Questa birra è frutto di un’originale idea di due coniugi americani che dopo aver assaggiato la pizza italiana hanno esclamato “mamma mia!”. Da qui l’idea di creare anche la birra con gli stessi ingredienti: basilico, pomodoro, aglio e origano. Ad oggi viene prodotta nel birrificio Sprecher Company ed esportata in tutto il Regno Unito e parte della Corea.

Birra aromatizzata con dei profumati chicchi di caffè

Per assaporare la birra al caffè dobbiamo chiedere l’aiuto speciale dello zibetto delle palme, chiamato Lumak. Per gli amanti del caffè questa è una bevanda assolutamente da provare almeno una volta nella vita. Se vi state domandando cosa c’entri il curioso animaletto con la birra al caffè, ve lo spieghiamo subito: lo zibetto, noto soprattutto in Asia, ha il mero compito di mangiare i chicchi di caffè per poi defecarli. Si, avete capito bene. Una volta compiuto questo “naturale” passaggio, i chicchi vengono puliti, pronti per essere impiegati nella preparazione della birra. Curiosi di provarla?

Birra alla banana

Ebbene sì, esiste anche la birra aromatizzata alla banana. In questo caso la polpa del frutto viene usata per la fermentazione nel quale viene aggiunta anche la farina di mais, di sorgo o di miglio.
Una birra dall’aroma fruttato che non ha nulla da invidiare alle altre birre.

E voi, avete provato qualche birra strana? Fatecelo sapere!

Loading…
Loading…